Uno Studio Mostra Che Il Sucralosio, Ingrediente Dolcificante Nei Prodotti Dolcificanti Splenda®, Ha Gli Stessi Effetti Sul Corpo Dell’acqua

— I risultati confermano ancora una volta che SPLENDA® è sicuro per i diabetici – 

(Ft. Washington, PA, 18 marzo 2014) — È stato dimostrato che il consumo di sucralosio in una bevanda ha lo stesso effetto dell’acqua sui livelli di glucosio e insulina delle persone, secondo uno studio riportato in Diabetes Care, una rivista della American Diabetes Association1. Il sucralosio è l’ingrediente dolcificante non calorico dei prodotti dolcificanti SPLENDA®.

Lo studio è stato condotto da Tongzhi Wu, MD, PhD, alla Facoltà di medicina dell’Università di Adelaide, e sovvenzionato dal National Health and Medical Research Council in Australia. I risultati hanno mostrato che il sucralosio, né da solo né in combinazione con un altro dolcificante senza calorie, l’acesulfame di potassio (AceK), non ha effetti sulla secrezione di insulina o sul glucosio nel sangue.

Nello studio, Wu e il suo team hanno seguito dieci soggetti maschi adulti sani che hanno bevuto quattro diverse bevande in quattro diverse occasioni, dopo il digiuno notturno. Le quattro bevande erano: acqua; acqua con sucralosio; acqua con AceK; acqua con sucralosio e AceK. Dieci minuti dopo, ciascuno di loro ha bevuto una soluzione zuccherina.

I livelli ematici di glucosio, insulina e GLP-1 dei partecipanti sono stati misurati prima, e per sei ore dopo, l’assunzione della soluzione zuccherina. (Il GLP-1 è un ormone noto per rallentare lo svuotamento gastrico e ha un ruolo nella regolazione dell’appetito.) I risultati non hanno evidenziato differenze nei risultati per nessuna di queste misure, indipendentemente dal fatto che avessero bevuto acqua naturale o acqua dolcificata con uno o entrambi i dolcificanti. È degno di nota il fatto che l’utilizzo di soli soggetti maschi adulti in tale studio è un modo per ridurre la possibilità di effetti estranei al test. Per esempio, i cambiamenti ormonali che possono verificarsi con le mestruazioni possono influenzare i livelli di insulina2,3.

“I nostri risultati sono… coerenti con relazioni precedenti…”, affermano gli autori, concludendo che “…sucralosio e AceK, da soli o in combinazione, non hanno alcun effetto acuto sullo svuotamento gastrico, sul GLP-1 o sulla risposta glicemica dopo somministrazione orale di glucosio nei soggetti umani sani”.

Nei loro commenti in Diabetes Care1, il Dott. Wu e i suoi colleghi sottolineano che un precedente studio ha riportato che bere bibite dietetiche aumentava il tasso di GLP-1. A questo risultato è stata data successiva interpretazione per cui i dolcificanti artificiali sembravano potenzialmente influenzare il metabolismo e aumentare i livelli di glucosio delle persone.

Al contrario, il Dott. Wu ha notato che “La struttura di tale studio è risultata, tuttavia, meno che ottimale, dato che la bibita dietetica conteneva una serie di sostanze (tra cui il colorante caramello, gomma arabica, aromi naturali, acido citrico, benzoato di potassio, acido fosforico e citrato di potassio) per cui non è stato eseguito un controllo”. Di conseguenza, il Dott. Wu e il suo team hanno scelto di somministrare ai partecipanti del loro studio edulcoranti in acqua per evitare l’effetto potenziale di queste altre sostanze su glucosio, insulina o GLP-1.

“Lo studio Wu fornisce ulteriori prove del fatto che SPLENDA® può essere tranquillamente utilizzato da tutti, comprese le donne in gravidanza, i bambini e i diabetici”, spiega Maureen Conway, R.D., Director of Nutritional Affairs per McNeil Nutritionals, LLC. “Questo è particolarmente significativo per i diabetici e le persone che se ne prendono cura. Alimenti e bevande zuccherati con il Dolcificante senza calorie Splenda® possono essere un ottimo modo per godersi i propri cibi preferiti nel contesto di una dieta di controllo del diabete. Inoltre, l’utilizzo di SPLENDA®, affiancato a una regolare attività fisica, può essere un ottimo modo per aiutare a gestire il peso corporeo”.

Il sucralosio, l’ingrediente non calorico dei prodotti dolcificanti SPLENDA®, non è zucchero e il corpo non lo riconosce come tale. A differenza dello zucchero, il sucralosio non viene assimilato per produrre energia. Non è una fonte di carboidrati o di glucosio e gli studi clinici hanno dimostrato che non ha alcun effetto sui livelli di glucosio nel sangue, sulla secrezione o sui livelli ematici di insulina, sui livelli di emoglobina glicosilata (HbA1c) o sul controllo della glicemia.

I prodotti dolcificanti SPLENDA® sono stati utilizzati in sicurezza da milioni di persone in tutto il mondo per oltre 20 anni, con il sostegno di dati di ricerca provenienti da più di 110 studi. Sia l’American Diabetes Association (ADA) che l’Academy of Nutrition and Dietetics (AND) supportano l’uso di dolcificanti a basso tenore di calorie, come il sucralosio, come uno strumento utile nella gestione del peso corporeo e del diabete. Per ulteriori informazioni, visitare i siti www.splenda.com e www.foodinsight.org.

 ###

1Wu T, Bound MJ, Standfield SD, Bellon M, Young RL, Jones KL, Horowitz M, Rayner CK. Artificial sweeteners have no effect on gastric emptying, glucagon-like peptide-1, or glycemia after oral glucose in healthy humans. Diabetes Care, 2013. 36: e202-e203. (Disponibile all’indirizzo: http://care.diabetesjournals.org/content/36/12/e202.full )

2Brennan IM, Feltrin KL, Nair NS, Hausken T, Little TJ, Gentilcore D, Wishart JM, Jones KL, Horowitz M , Feinle-Bisset C.

Effects of the phases of the menstrual cycle on gastric emptying, glycemia, plasma GLP-1 and insulin, and energy intake in healthy lean women. Am J Physiol Gastrointest Liver Physiol. 2009. 297:G602-610. (Disponibile all’indirizzo: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19556358)

3Schisterman EF, Mumford SL, Sjaarda LA. Failure to consider the menstrual cycle phase may cause misinterpretation of clinical and research findings of cardiometabolic biomarkers in premenopausal women. Epidemiol Rev. 2014. 36:71-82. (Disponibile all’indirizzo: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24042431)